Corso per dirigente

Corso per dirigente

Il D. Lgs. 81/2008 prevede l’attribuzione ai dirigenti dell’onere di organizzare in modo adeguato e sicuro l’utilizzo delle strutture e i mezzi messi a disposizione dal datore di lavoro. Il dirigente è quindi la persona che attua le direttive del datore di lavoro organizzando l’attività lavorativa e vigilando su di essa.

 

L’accordo Stato-Regioni del 21/12/2011, in attuazione dell’articolo 37 del Decreto Legislativo 81/2008, prevede uno specifico percorso formativo per i dirigenti in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro e ne definisce contenuti e durata.

 

Si tratta di un corso che fornisce ai Dirigenti le conoscenze di base sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, illustrando la normativa sull’igiene e la sicurezza sul lavoro, con particolare riferimento alle novità contenute nel D.Lgs. 81/2008, ed evidenziando i compiti e le responsabilità del dirigente all’interno del sistema di gestione della sicurezza.

È previsto dalla normativa un unico corso di formazione della durata minima di 16 ore, organizzato su quattro moduli didattici, che sostituisce integralmente la formazione prevista per i lavoratori. Il corso di formazione per dirigenti è completamente effettuabile in e-learning, ma richiede la verifica finale in presenza.

Il programma del corso prevede:

Modulo 1 – GIURIDICO NORMATIVO

  • Sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori

  • Gli organi di vigilanza e le procedure ispettive

  • Soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs 81/08: compiti, obblighi, responsabilità e tutela assicurativa

  • Delega di funzioni

  • La responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa

  • La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica ex D.Lgs 231/2001 e s.m.i.

  • I sistemi di qualificazione delle imprese e la patente a punti in edilizia

 Modulo 2 – GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA

  • Modelli di organizzazione e di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (articolo 30, D.Lgs 81/08)

  • Gestione della documentazione tecnico amministrativa

  • Obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione

  • Organizzazione della prevenzione incendi, primo soccorso e gestione delle emergenze

  • Modalità di organizzazione e di esercizio della funzione di vigilanza delle attività lavorative e in ordine all’adempimento degli obblighi previsti al comma 3 bis dell’art. 18 del D.Lgs 81/08

  • Ruolo del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione e protezione

 Modulo 3 – INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI

  • Criteri e strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi

  • Il rischio da stress-lavoro correlato

  • Il rischio ricollegabile alle differenze di genere, età, alla provenienza da altri paesi e alla tipologia contrattuale

  • Il rischio interferenziale e la gestione del rischio nello svolgimento dei lavori in appalto

  • Le misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione in base ai fattori di rischio

  • La considerazione degli infortuni mancati e delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori e dei preposti

  • I dispositivi di protezione individuale

  • La sorveglianza sanitaria

Modulo 4 – COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E CONSULTAZIONE DEI LAVORATORI

  • Competenze relazionali e consapevolezza del ruolo

  • Importanza strategica dell’informazione, della formazione e dell’addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà aziendale

  • Tecniche di comunicazione

  • Lavoro di gruppo e gestione dei conflitti

  • Consultazione e partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza

  • Natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

L’articolo 37, comma 7, del D. Lgs. 81/2008 dispone, con riferimento ai Dirigenti per la Sicurezza, un aggiornamento quinquennale, con durata minima di 6 ore per tutti i livelli di rischio in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro, secondo modalità e contenuti didattici specificati nell’accordo in Conferenza Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 che prevedono l’aggiornamento e l’approfondimento delle seguenti tematiche:

  • approfondimenti giuridico normativi

  • aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori

  • aggiornamento su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda

  • fonti di rischio e relative misure di prevenzione